Thinstagrams, la mania di volersi perfette a tutti i costi… Anche diventando imperfette

Condividi l'articolo
Share on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on TumblrTweet about this on TwitterShare on LinkedIn
La perfetta Miranda Kerr...

La perfetta Miranda Kerr…

Nonostante ultimamente sia diventato frequente vedere le star, soprattutto femminili, che si mostrano “al naturale”, quasi come a voler dire “siamo tutte come voi”, il fotoritocco, a partire dallo stranoto Photoshop, rimane una necessità nel mondo dello star system.

Perché sì che “siamo come voi”, ma non sempre. Del resto anche ai fan piace poter immaginare che i loro miti siano perfetti, vuoi per poterli criticare, vuoi per poterli emulare.

Jennifer Lopez, guardate la coscia ma anche il cellulare...

Jennifer Lopez, guardate la coscia ma anche il cellulare…

Ma le star, a parte alcune eccezioni, perfette non sono e le immagini postate senza un difetto, che mostrano corpi impeccabili sono il risultato, la maggior parte delle volte, di quei famosi “ritocchi” ormai facilissimi da ottenere.

Attenzione, però, perché se si esagera, il risultato non è quello sperato, ma anzi diventa una paradossale contraffazione spesso ridicola.

E quindi, ecco che la pancia di Lindsay Lohan sparisce quando l’attrice posta le foto su Instagram, o le cosce di Beyoncé diventano improvvisamente più fini, ma ecco che nell’immagine si deformano anche gli altri oggetti. Con un effetto grottesco e imbarazzante.

E dov'è andato il pancino di Lindsay Lohan?

E dov’è andato il pancino di Lindsay Lohan?

Sono moltissimi, e anche a basso costo, i software che manipolano automaticamente le foto, ma quando si hanno milioni di fan sui Instagram e Twitter è più che probabile che qualcuno possa individuare tale esagerazione.

La blogger britannica selfie-ossessionata Karen Danczuk

La blogger britannica selfie-ossessionata Karen Danczuk

È il caso della blogger selfie-ossessionata Karen Danczuk, moglie di un politico britannico salita alle luci della ribalta e della cronaca per le sue “performance” fatte di selfie dedicati al suo décolleté, che su Twitter ha postato una serie di scatti a dimostrazione della sua tesi, ovvero quanto le immagini vengano talmente ritoccate da deformarsi.

Insomma, se proprio ci si vuole perfette, usiamo pure qualche trucco, ma senza abusarne, calcando in maniera parossistica la mano.

Condividi l'articolo
Share on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on TumblrTweet about this on TwitterShare on LinkedIn