Al Ces di Las Vegas tutte le novità tecnologiche che rivoluzioneranno il mondo del beauty

Condividi l'articolo
Share on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on TumblrTweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Schermata 2016-01-09 alle 07.57.39

Smartphone, tablet, smartwatch, televisori, computer e persino le chiavette usb: col passare degli anni, per gli uomini quella per la tecnologia si è trasformata da una passione a una (quasi) ossessione, una corsa a essere i primi ad accaparrarsi l’ultimo gadget. Tranne rare eccezioni, è una mania che difficilmente le donne capiscono. Però ci sono occasioni in cui si può provare a spiegargliela, magari “attirandole” con oggetti hi-tech più vicini ai loro desideri.

Una di queste occasioni è senza dubbio l’annuale Ces di Las Vegas, forse la più importante Fiera dell’Elettronica del mondo, dove fra computer e televisori grandi come un’auto e costosi come un monolocale spuntano anche alcune “chicche” cui pure la più anti-tecnologica delle fidanzate non potrà evitare di dare un’occhiata.

Schermata 2016-01-09 alle 07.59.11
Incominciamo questo breve tour con un paio di gadget dedicati alla cura del corpo, come la Intelligent Printer della cinese Inail, in grado di stampare la manicure… direttamente sulle unghie (finte o vere). Dopo avere scelto quella che si vuole fra le molte già a catalogo o avere creato la propria nail-art sullo schermo da 13″ della macchina (anche partendo da una fotografia, per esempio), non resta che infilare la mano all’interno, attendere qualche minuto e il gioco è fatto.

Schermata 2016-01-09 alle 07.47.18

 

La iDerma di Apira Science è invece una sorta di ibrido fra una maschera ultra tecnologica e un casco: si indossa a coprire il viso e attraverso 140 led dovrebbe curare le imperfezioni della pelle, stimolando la rigenerazione delle cellule e riducendo rossore e acne. In un mese, il progetto ha raccolto quasi 70mila dollari su Indiegogo ed è ora pronto per la produzione.

Interessanti le proposte anche nel campo della “wearable technology“, la tecnologia indossabile che sempre più prenderà piede col passare degli anni. La iLi di Lagbar, per esempio, è una “collana” che ha l’aspetto di un vecchio iPod Nano e nasconde un traduttore simultaneo che non ha bisogno di connessione per funzionare: si tiene premuto un pulsante, si parla, e l’apparecchio traduce in inglese, cinese o giapponese.

Schermata 2016-01-09 alle 07.49.03

 

La vendita dovrebbe incominciare nell’estate del 2016. Da una “collana” a un bracciale: la Reliefband ha l’aspetto di uno strano orologio, ma in realtà le sue leggere vibrazioni sul polso dovrebbero prevenire nausea e vomito. Infine, le scarpe, che sempre di più, anche per le donne, devono essere comode e pratiche: simili a quelle viste in “Ritorno al Futuro 2″, le Smart Shoe di Digitsole sono sneaker in grado di allacciarsi e slacciarsi da sole, fare da contrappassi e pure riscaldare i piedi.

Schermata 2016-01-09 alle 07.49.48

Per concludere, qualche accessorio anche per una casa sempre più intelligente: chi (uomo o donna che sia) non vorrebbe in camera il nuovo Lg Styler, armadio “smart” che grazie al vapore e ad altri accorgimenti promette di farvi trovare i capi sempre stirati, igenizzati e in piega? Sicuramente più economico dello Styler (che costerà poco meno di 2mila euro), il Robotic Bartender di Somabar sembra la solita macchinetta del caffè, ma in realtà è in grado di preparare qualsiasi drink, si connette al wifi di casa e soprattutto… si pulisce da solo.

Schermata 2016-01-09 alle 07.51.09

Infine, se volete farla sentire un po’ 007, o almeno la vostra Bond-girl, a Las Vegas è stata presentata la Xyz Printing 3d Pen, una penna speciale che invece dell’inchiostro usa una speciale plastica a presa rapida ed è in grado di “scrivere” oggetti tridimensionali. Attenzione, però: potrebbe usarla per creare un modellino di quello che vuole che sia il vostro prossimo regalo per lei. E a quel punto non potrete fare finta di non avere capito bene…

Schermata 2016-01-09 alle 07.51.38

Condividi l'articolo
Share on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on TumblrTweet about this on TwitterShare on LinkedIn