In viaggio con il baby: cosa mettere nel beauty dei più piccoli

Preparare la valigia in vista di una vacanza può diventare una mission impossible, soprattutto se si viaggia con i bimbi: ecco qualche consiglio per un baby beauty completo
Condividi l'articolo
Share on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on TumblrTweet about this on TwitterShare on LinkedIn

bimbiLe donne lo sanno bene: quando ci si prepara a partire per una vacanza, i giorni precedenti sono tutti dedicati ai preparativi, indispensabili per arrivare al tanto atteso giorno X con tutto il necessario già impacchettato in valigia. Un dispendio di tempo ed energie che spesso si trasforma in una fonte di stress, soprattutto se si viaggia con i bimbi, per cui è necessario non soltanto un bagaglio a parte, ma anche un beauty pensato sulla base delle loro esigenze.

La pelle e i capelli dei più piccini hanno infatti necessità diverse rispetto a quelle degli adulti, soprattuto in vista di vacanze al mare o in piscina, dove cloro, sole, acqua di mare e sabbia possono irritarli. Prima di disperare all’idea di portare con sé una miriade di prodotti che vanno ad aggiungersi ai nostri, però, ecco qualche consiglio (e prodotto) utile per mettere a punto un baby beauty a prova di vacanza:

Scegliete prodotti multitasking
Soprattutto sei si viaggia in aereo, lo spazio dedicato al beauty è inevitabilmente ridotto. Per questo è fondamentale scegliere prodotti in grado di agire su più fronti, dalla detersione alla protezione. Un’idea smart per il vostro bimbo? L’hair and body wash di Incognito, che grazie alla citronella e al tea tree oil oltre a detergere funziona anche come repellente per le zanzare

Privilegiate saponi neutri
Come già detto, la pelle dei bimbi è più delicata e sensibile, e va dunque trattata con prodotti privi di alcol e altre sostanze irritanti. Per la detenzione quotidiana, soprattutto in vacanza, dove i tuffi sono tanti e frequenti, meglio privilegiare un detergente neutro senza profumo che lasci la pelle pulita e morbida senza rischi. Da provare il sapone neutro del Dr. Bronner, ideale per le pelli sensibili, a base di sostanze naturali e cruelty free

Investite sulla protezione
Fondamentale anche per gli adulti, la protezione solare diventa indispensabile sin dal primo giorno quando si parla di bimbi: da provare la crema solare Eco Cosmetics con fattore di protezione 50+, formulata per bloccare i raggi UVA, UVB e UVC, priva di profumo, ossido di zinco e sali di alluminio. Resistente all’acqua, garantisce una protezione a lunga durata e agisce immediatamente, consentendo al vostro bimbo di esporsi al sole appena arrivato in spiaggia

Doposole anche per loro
Pur protetti con creme ad alto fattore di protezione e tenuti sotto l’ombrellone durante le ore più calde, i bimbi sono ugualmente raggiunti dai raggi del sole, e la loro pelle inevitabilmente rischia arrossamenti e irritazioni. Per prevenirle, e garantire anche a loro una bella e sana abbronzatura dorata, non dimenticate di spalmare il doposole. Da provare: crema doposole bio Bjoby, lenitiva e rinfrescante, arricchita con burro di karité, olio di argon, estratto di calendula, vitamina E e succo di aloe vera.

Debellate il rischio irritazione
Con il caldo e il sudore, i rischi legati a irritazioni si moltiplicano: fondamentale dunque avere a portata di mano una crema da “pronto intervento”, da spalmare su eventuali eczemi o su rossori sospetti. Da provare la baby cream alla calendula di Weleda, pensata per proteggere e calmare la pelle dei bimbi soprattutto in caso di arrossamenti e irritazioni. Prova di conservanti, coloranti, profumi o oli minerali, è dermatologicamente testata

Addio nodi
Sole e salsedine, anche sotto il cappellino d’ordinanza, possono fare disastri sui capelli fini e delicati dei bimbi. Importante dunque privilegiare prodotti che li detergano in modo non aggressivo, come il Baby Shampo AmidoMio di Euphidra a base di amido di riso: deterge e protegge capelli e cuoio capelluto e non brucia gli occhi, lasciando la chioma morbida, pulita e profumata.

Condividi l'articolo
Share on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on TumblrTweet about this on TwitterShare on LinkedIn