Blunt cut, un taglio netto per dimenticare le scalature

Taglio netto, rigoroso, con punte pari, da portare (preferibilmente) liscio: arriva dagli States il taglio destinato a spopolare
Condividi l'articolo
Share on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on TumblrTweet about this on TwitterShare on LinkedIn

bluntcutdue

Taglio netto, rigoroso, con punte pari, da portare (preferibilmente) liscio: arriva dagli States il taglio destinato a spopolare. Ha un nome, naturalmente, blunt cut e la sua particolarità è che per farlo ci vuole il rasoio elettrico (video su Instagram): si appoggia sulla chioma in orizzontale, all’altezza desiderata e senza troppe esitazioni, zac!

A portarlo sotto i riflettori sono state naturalmente le celebrity d’oltreoceano: Gwyneth Paltrow, Emily Blunt, Jessica Albae moltissime altre, si sono già convertite.

bluntcuttre

Se finora vi sono piaciute le scalature e le lunghezze sfilate, per essere in perfetta linea con le tendenze più cool, dovrete dimenticarle:  è l’hairstyle geometrico dalle linee precise e ben definite il taglio da chiedere al parrucchiere.

Ideale soprattutto per chi ha i capelli fini e sottili e vuole dare un tocco glamour al look, il blunt cut è previsto in due lunghezze: la prima è quella del “bob”, più corta, all’altezza del mento (sicuramente più bella, ma molto meno poco gestibile), la seconda, per chi tant’è la lunghezza è importante, c’è l’alternativa “medium”, che permette ai capelli di arrivare all’altezza delle spalle.

bluntcut

A questo punto, ultimo fattore determinante: la piega. Con quella dritta, le linee del taglio saranno enfatizzate e accentuate, con quella mossa il risultato sarà più glamour e femminile.  A voi la scelta!

Condividi l'articolo
Share on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on TumblrTweet about this on TwitterShare on LinkedIn