Brindisi natalizio? Quest’anno per perdere peso fallo con la tequila

Condividi l'articolo
Share on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on TumblrTweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Sex & the CityPreoccupate per i bagordi e le abbuffate che vi aspettano nel tour de force natalizio? Prima di disperarvi, sappiate che non tutto ciò che porterete in tavola o ingollerete durante feste e party è dannoso per la silhouette: stando a un recente studio effettuato dall’American Chemical Society quegli shot di tequila si cui spesso si abusa durante brindisi e serate goliardiche non sono un attentato alla linea, ma di fatto potrebbero aiutarvi a mantenerla.

Gli scienziati hanno analizzato l’effetto che la tequila ha sui livelli di zucchero nel sangue, constatando che gli zuccheri contenuti nell’agave – la pianta da cui si distilla la tequila – non sono digeribili e dunque non contribuiscono ad alzarli: in estrema sintesi, sembra che gli agaveni, e cioè gli zuccheri naturali contenuti nell’agave, agiscano come fibre alimentari, che vengono assorbite meno dall’organismo, contribuendo così a mantenere basso l’indice glicemico.

Ma non è tutto: durante lo studio condotto sui topi, gli scienziati hanno notato che quelli che bevevano acqua con aggiunta di agaveni (da non confondere con lo sciroppo d’agave, che è invece prodotto artificialmente) finivano per mangiare meno, producendo un ormone chiamato GLP-1, in grado di aumentare la sensazione di sazietà e di produrre insulina. Una scoperta importante anche dal punto di vista medico, perché potrebbe cambiare radicalmente l’alimentazione delle persone che soffrono di diabete di tipo 2 e che combattono l’obesità.

Tradotto in parole povere, la tequila (consumata ovviamente senza eccessi) potrebbe rivelarsi in realtà un buon sostituito per i brindisi alcolici natalizi: in alto i calici!

Condividi l'articolo
Share on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on TumblrTweet about this on TwitterShare on LinkedIn