Cellulite: Shakti Mat, il tappeto chiodato contro la buccia d’arancia

A guardarlo, assomiglia molto ai tappeti dei fachiri: ma il suo effetto contro la cellulite è davvero molto interessante
Condividi l'articolo
Share on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on TumblrTweet about this on TwitterShare on LinkedIn

 

schermata-2016-09-11-alle-19-23-07

Se sapeste di ottenere risultati e benefici contro quella maledetta buccia d’arancia che ogni volta davanti allo specchio non esita a palesarsi facendovi innervosire, stendendovi soltanto su un tappetino, potreste crederci?

Per chi le ha provate tutte, dalla dieta alla ginnastica mirata, potrebbe essere difficile, ma pare che questo interessante tappetino dalle origini svedesi, possa davvero aiutare a mettere in moto una circolazione sanguigna che non funziona alla perfezione. Nessun miracolo, ma un aiuto sì.

Si chiama Shakti Mat e a guardarlo, assomiglia molto ai tappeti dei fachiri: contiene 230 “fiori” in plastica ipoallergenica, ognuno dei quali ha 27 piccolissime punte alte tre millimetri, per un totale di oltre 6000 stimolanti aghi di pressione che vengono a contatto con la pelle. Pungono, ma non bucano, quindi non preoccupatevi: non sembrerete un colapasta alla fine della sessione.

schermata-2016-09-11-alle-19-30-40

Il numero delle punte è importante: perché sono proprio loro a stimolare la circolazione e il sistema nervoso. Il flusso sanguigno aumenta e spazza via le tossine e la muscolatura si distende. Esistono tre tipi di tappetini chiodati:  c’è lo Shakti Mat Original, con i suoi 6000 punti di contatto, studiato per dare beneficio e benessere alla maggior parte degli utenti, poi c’è Shakti Mat Light, con 8000 punti di contatto, studiato per chi è più sensibile e desidera un effetto soft e, infine Shakti Mat Advanced che ha 5000 punti di contatto ed è studiato per chi preferisce una stimolazione particolarmente intensa.

Si usa per 15 minuti al giorno e chi lo ha provato ha scoperto che anche l’aspetto della sua pelle veniva visibilmente migliorato. Pur nascendo con altri obiettivi, ovvero per combattere lo stress, l’insonnia e i dolori muscolari, l’agopressione va a stimolare anche il microcircolo e la circolazione linfatica, rendendolo quindi anche un utile alleato per combattere la cellulite.

Inizialmente, al primo impatto, può essere leggermente più fastidioso, ma questo iniziale senso di fastidio scompare dopo pochi minuti.

Per chi poi ha a cuore non solo le proprie cosce, ma anche il pianete, esiste il nuovo modello Eco, con lo stesso numero di punte del modello Original, cioè 6.000, ma realizzato con materiali biodegradabili, ovvero una plastica speciale e naturalmente cotone indiano biologico.

Condividi l'articolo
Share on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on TumblrTweet about this on TwitterShare on LinkedIn