Il dizionario della bellezza dalla A alla Z

Condividi l'articolo
Share on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on TumblrTweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Bellezza dalla A alla Z

Se anche voi fate parte di quella percentuale di persone che pensano che il toner vada usato per stampare documenti, e che il piegaciglia sia un rudimentale strumento di tortura, benvenute nel club: in un’epoca in cui beauty blogger ed esperte di moda sfruttano il Web lanciare sempre nuove tecniche per rendere la tradizionale routine di bellezza sempre più complicata, a volte è utile un ripasso per tenersi al passo con i tempi.

E così, che siate esperte di beauty e vogliate mettervi alla prova, o principianti alla ricerca di una base da cui partire, abbiamo messo a punto una piccola guida in grado di fornirvi almeno i “rudimenti” della bellezza, dalla A alla Z

A come Acqua micellare
Il nuovo must have per rimuovere trucco e impurità dal viso, e sostituisce la classica abbinata latte detergente + tonico. Ideale anche per le pelli più sensibili, pulisce e idrata la pelle mantenendo liscia e luminosa. Va applicata con un semplice dischetto di cotone la sera prima di coricarsi e la mattina appena sveglie per eliminare il sebo accumulato durante la notte

B come Baking
Evoluzione del contouring (vedi alla lettera C), è una tecnica utilizzata per coprire le imperfezioni e scolpire naturalmente i tratti del viso attraverso l’applicazione di diversi strati di prodotti: prima il fondotinta, poi il correttore e infine  una generosa dose di cipria che serve a “cuocere” la zona e va eliminata dopo qualche minuto spolverando con un pennello

C come Contouring
Sdoganato da Kim Kardashian e dal suo make-up artist di fiducia, Mario Devidanovich, aiuta a regalare al viso un gioco di luci e ombre che valorizza i lineamenti e li scolpisce. Per realizzarla è necessario alternare un correttore chiaro, da applicare sotto gli occhi, sulla fronte, lungo il dorso del naso, sul mento e lungo gli zigomi, e uno più scuro da usare a contrasto nell’incavatura delle guance, ai lati del naso e lungo la linea della mascella

D come DIY
Che è poi l’acronimo inglese per ‘Do It Your Self’, e cioè “Fai da te”: riguarda maschere, cosmetici e prodotti realizzabili a casa, con gli ingredienti che si hanno in dispensa.

E come Eye Liner
Fondamentale per la riuscita di ogni beauty look a effetto, è disponibile in tre versioni: stilo, a tratto opaco o lucido, da applicare con il pennellino prelevando il prodotto da un barattolo o la versione basic che altro non è se non la classica matita nera. Tanti i trucchi per applicarlo e dare vita a un perfetto e intenso cat eye, ma i principali sono non tirare la palpebra (nonostante che sembri già facile l’applicazione) e partire dal centro dell’occhio per poi andare verso l’esterno

F come Filler
In estrema sintesi sono sostanze che vengono iniettate nella pelle per prevenire e spianare le rughe, prevenire i segni dell’invecchiamento e aumentare il volume di labbra, zigomi e mento. Ne esistono in versione riassorbibile, come quelli al collagene (naturalmente presente nella nostra pelle) o all’acido ialuronico, semipermanenti o permanenti, e cioè vere e proprie protesi

G come Grooming
Letteralmente “spazzolare”, è uno degli step fondamentali per avere sopracciglia da urlo e rivoluzionare di conseguenza lo sguardo e in generale i lineamenti. Provare per credere: acquistate uno spazzolino ad hoc (ma va bene anche quello per l’applicazione del mascara, attentamente ripulito) e passatelo sulle sopracciglia per rendervi conto del cambiamento immediato

H come Hairstyle
Qui andiamo sul sicuro: è lo stile scelto per la propria chioma. Riguarda colore, taglio e pettinature, insomma, proprio tutto

I come Illuminante
Ormai un must have nei beauty case di ogni fashionista che si rispetti, va usato in punti strategici del viso per metterli in evidenza e catturare la luce. Disponibile in crema o in polvere, può essere applicato nell’angolo interno dell’occhio e sotto le sopracciglia per ingrandire lo sguardo, sopra gli zigomi per un look multidimensionale e sul dorso del naso per “rimpicciolirlo”

J come Jojoba
L’olio di questa pianta è un vero toccasana per la bellezza: emolliente, idratante e protettivo, contribuisce a mantenere intatto il ph naturale, è un ottimo antirughe e un antibatterico naturale contenuto in moltissimi prodotti per la cura di pelle e capelli

K come Karité
Altro alleato della bellezza, questa pianta produce un frutto che racchiude un grosso seme da cui è possibile ricavare un burro ad alto tasso emolliente e nutritivo impiegato per la creazione di cosmetici dedicati alla cura della pelle delle labbra e dei capelli

L come Long Lasting
Ovvero tutti i prodotti a lunga durata, dal mascara al rossetto passando per il fondotinta. Indispensabili per arrivare a fine giornata impeccabili, vanno rimossi con prodotti ad hoc perché decisamente pi resistenti rispetto ai cosmetici classici

M come Multimasking
La nuova frontiera dello skincare, che consiste nell’applicare diverse maschere su diverse zone del viso a seconda delle esigenze, tutto in una sola volta. Via libera dunque a quella opacizzante per la zona T, idratante per le guance e antirughe per il contorno occhi: un modo per ottimizzare i tempi e giocare con la bellezza

N come Naturali
E cioè tutti i cosmetici e i prodotti di skincare che contengono alte percentuali di ingredienti naturali e derivati da piante. Attenzione però: a oggi sono pochissimi i prodotti davvero certificati come “naturali” e “bio”, ed è importante analizzare attentamente gli ingredienti elencati in etichetta per evitare di cadere nelle “trappole” del marketing

O come Over-lining
Una delle tecniche preferite da esperte di bellezza e beauty blogger per ingrandire naturalmente le labbra: consiste nel tracciarne il contorno con la matita uscendo leggermente dai bordi, per poi riempire lo spazio “bianco” con un rossetto della tonalità desiderata. L’effetto volumizzante è assicurato

P come Primer
Diventato ormai un indispensabile strumento per un look flawless, è un prodotto che va applicato dopo la crema idratante, ma prima del trucco per fissare al massimo fondotinta e ombretto. In commercio ne esistono di diversi tipi, da quelli che uniformano e lisciano la grana della pelle a quelli che contribuiscono a smorzare rossori e illuminare zone scure

Q come Q10
Coenzima utilizzato in moltissimi prodotti per la cura della pelle, con alte proprietà antiossidanti e anti aging, valido aiuto per combattere i temibili radicali liberi

R come Rossetto e Rimmel
E cioè gli indispensabili nella trousse di ogni donna per ottenere in pochi minuti un look semplice, ma d’effetto: una passata di mascara sulle ciglia rende lo sguardo subito più intenso e luminoso, mentre il rossetto punta i riflettori sulle labbra. Scegliere in una nuance classica ma d’effetto come il rosso, o puntate su tonalità più scure tanto di moda questa stagione, dal marsala al borgogna passando per il prugna e il malva

S come Strobing
Ennesima tecnica finalizzata a scolpire il viso, che si basa però su un procedimento meno laborioso: invece di scurire zone selezionate, se ne illuminano altre per catturare la luce e sfoggiare una pelle radiosa con un immediato effetto ringiovanente

T come Toner
Che altro non è se non la moderna evoluzione del tonico da usare dopo il latte detergente o il prodotto utilizzato per eliminare il trucco. Applicato con un batuffolo di cotone, elimina le ultime impurità, contribuisce a restringere i pori e a prevenire l’insorgere delle rughe lasciando al pelle elastica, morbida e idratata e potenziando gli effetti di creme e sieri

U come Uva
I temutissimi e pericolosissimi raggi emessi dal sole, responsabili dell’invecchiamento precoce della pelle e delle macchie scure. Per neutralizzarli, utilizzate sempre (anche in inverno, anche in città) creme e prodotti con fattore di protezione solare

V come Vitamine
Sostanze fondamentali per il benessere dell’intero organismo, pelle e capelli compresi, per stimolare il rinnovamento cellulare, combattere i segni dell’invecchiamento e mettere a tappeto i radica liberi. Inseritele nella dieta, con almeno 5 porzioni di frutta e verdura al giorno, e scegliete cosmetici che le contengano per aiutare il vostro corpo dall’interno e dall’esterno

W come Waterproof
E cioè tutti i cosmetici resistenti all’acqua, dal mascara al fondotinta passando per ombretto e rossetto (che andrebbero comunque evitati in caso di tuffi in mare o in piscina). Per rimuoverli, la stessa raccomandazione di quelli long lasting: prodotti ad hoc, perché sono molto più ostinati di quelli tradizionali, e pulizia costante e minuziosa per evitare che ostruiscano i pori e contribuiscano all’insorgere di rughe e imperfezioni

Z come Zona T
La zona solitamente più problematica del viso, quella in cui si concentrano imperfezioni e impurità sopratutto per chi ha la pelle grassa e mista. Spesso lucida e cosparsa di brufoletti e punti neri, può essere neutralizzata con l’uso di maschere, patch e salviettine opacizzanti per interventi last minute

Condividi l'articolo
Share on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on TumblrTweet about this on TwitterShare on LinkedIn