bellezza.it - Il portale del wellness e della bellezza
bellezza.it Vai alla Home Page della sezione uomo bellezza.it Vai alla Home Page della sezione donna bellezza.it
alimentazione e peso forma fitness e forma fisica prodotti di bellezza gli esperti della bellezza forum della bellezza
viso & corpo estetica e benessere viver bene agenda della bellezza club della bellezza
capelli
mappa

La dieta
perché una dieta?
l'esperto giusto
riesci a finire la dieta?
resistere alla fame
quando si è sazi?
aumentare di peso
le calorie
tabella delle calorie
indice glicemico
piramide alimentare
nuova piramide USA
piatto alimentare USA
diete vegetariane
dieta vegetariana
  sotto accusa
cibo e malattie
  - il colesterolo
  - il diabete
  - l'ipertensione
  - allergie e intolleranze
  - kinesiologia
  - pancia gonfia
  - cattivo umore
  - obesità
  - obesità infantile
  - obesità e
    dieta mediterranea
  - pacemaker e obesità
  - ansia e cibo
  - patatine fritte
  - teenager e fast-food
integratori dietetici
integr. anticolesterolo
alimentazione dei singles
tabagismo e dieta

diete speciali

Cibo e malattie
Un Pacemaker per mangiare meno...

Dall’ultimo meeting internazionale sull’alimentazione tenutosi a Roma è emerso come la scienza, nella cura dell’obesità, è sempre alla ricerca di nuove tecnologie che possano dare una riposta concreta alle moderne patologie.

L’ultima novità è italiana, consiste in un pacemaker contro l’obesità ed è stata messa a punto da un medico italiano, Valerio Cigaina dell'università di Verona e sperimentata da un'azienda statunitense. Arriva, dunque, una nuova arma in mano dei chirurgi, ma anche una grande speranza per i grandi obesi e per tutti coloro che hanno già tentato di tutto per dimagrire, ma senza risultati!

Questa nuova tecnica chirurgica per risolvere il problema dell’obesità, che oggi colpisce in Italia oltre 5 milioni di persone, consiste nell’applicare un pacemaker alla bocca dello stomaco, con un intervento di meno di un’ora che non comporta alcun rischio per il paziente.

Un pacemaker quindi per mangiare meno! Una scatolina-computer sotto la pelle dell’addome collegata a un elettrodo impiantato nella parete dello stomaco. Il nome tecnico é stimolatore gastrico (Igs), il primo è stato applicato nel 1995, anche se solo nel 2001 ha ottenuto la certificazione europea.

Nel mondo sono già stati sottoposti, a tale intervento, circa 250 pazienti, di cui 23 solo in Italia, all’ospedale regionale di Vicenza. I risultati paiono incoraggianti: in media i pazienti hanno perso in un anno dal 10 al 50% del loro peso, pur mantenendo le loro abitudini alimentari; lo scopo del pacemaker è infatti quello di controllare le contrazioni della muscolatura dello stomaco, inducendo così il paziente ad avvertire prima il senso di sazietà. Il dimagrimento è quindi controllato e lento e porta al raggiungimento di una stabilità del metabolismo in modo progressivo.

Come si applica questo pacemaker?
L'intervento di applicazione del pacemaker comporta due giorni di ricovero e altri due di osservazione e prevede l'innesto sottocutaneo del congegno elettronico (di circa 55 grammi) grande come una scatola di cerini.

Come fa il pacemaker, con dei semplici impulsi elettrici, a trasmettere un senso di sazietà?
Il pacemaker agisce su due livelli. Il primo, dove gli impulsi elettrici, rallentando la peristalsi, (il movimento ritmico della muscolatura che fa spostare il cibo lungo il canale digerente), fanno svuotare più lentamente lo stomaco; il secondo trasmette al cervello impulsi nervosi che provocano il senso di sazietà

Chi si può sottoporre a questo tipo di intervento?
Questi macchinari possono essere applicati solo su determinati soggetti che presentano specifiche caratteristiche:
- superare di 40 chili il loro peso ideale;
- soffrire di obesità patologica;
- quando tutte le altre misure, come diete, esercizio fisico, preparati dietetici farmaceutici si sono rivelate inefficaci.

Vivere con il pacemaker nell’addome crea limitazioni?
Non in modo particolare, poiché il paziente deve solo evitare di piegarsi, sollevare oggetti pesanti o fare attività fisiche intense, fino a quando non gli sarà concesso dal medico.
E' vietata la risonanza magnetica, dato che può interferire con il pacemaker, mentre sono ammesse le radiografie.






Richiedi le consulenze gratuite degli esperti
Dermatologo dermatologo Chirurgo Plastico chirurgo
plastico
Nutrizionista nutrizionista
Bellezza dei Denti bellezza
dei denti
Estetista estetista Hair Stylist hair
stylist
Psicologo psicologo Sessuologo sessuologo Naturopata naturopata
Personal rainer personal
trainer
Scheda Fitness scheda
fitness
Yoga maestro
di yoga


forum oroscopo manifestazioni sondaggi test test peso info club Area stampa Area Aziende