Acqua alcalina, nuovo elisir di bellezza? Lo dice anche Miranda Kerr

Condividi l'articolo
Share on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on TumblrTweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Schermata 2016-01-18 alle 18.58.34

E’ inutile. Se una bellezza del calibro di Miranda Kerr rivela i suoi segreti per essere al top della forma (che sia dieta, sport o abitudini beauty), si è un po’ tutte tentate di replicarli. E così, appena la super top ha confessato di bere acqua alcalina, come parte del suo regime alimentare, in molte si sono chieste quali siano i reali benefici.

La Kerr da tempo è una sostenitrice della Dieta Alcalina, e sono molte le celeb che hanno esaltato le virtù di questo piano alimentare: da Jennifer Aniston a Gwyneth Paltrow, da Kirsten Dunst a Kate Hudson (che avrebbe perso 31 kg, accumulati dopo le due gravidanze).

Schermata 2016-01-18 alle 18.55.18

Ma perché farebbe bene? Secondo i sostenitori di questa dieta, lo stress l’inquinamento e una cattiva alimentazione possono portare a uno squilibrio dei livelli di pH nell’organismo, che causa un accumulo di sostanze acide. L’acqua alcalina, perciò, aiuterebbe a bilanciare il pH, portandolo ai livelli ottimali.

Ma vediamo che cos’è. L’acqua alcalina ha un pH superiore a 7 (solitamente quelle in bottiglia variano tra i 4 e i 7, basta leggere la dicitura “pH alla sorgente”). Esistono delle fonti naturali, sparse in tutto il mondo, ma quest’acqua si può ottenere anche “artificialmente”: attraverso delle particolari bottiglie in acciaio inossidabile che contengono degli appositi filtri all’interno, oppure installando nei rubinetti un apparecchio che permette la filtrazione, ionizzazione rendendo alcalina la normale acqua di casa.

Secondo chi promuove questo stile di vita, i benefici sarebbero numerosi. Questa acqua ricca di antiossidanti e minerali, ripristinerebbe il naturale equilibrio acido-basico del corpo, contrastando invecchiamento, patologie degenerative e carenze nutrizionali.

Naturalmente c’è anche chi crede che la sua assunzione non sia particolarmente utile. Molti nutrizionisti, infatti, sostengono che il nostro corpo sia già in grado di bilanciare e mantenere i livelli giusti di pH.

Ma alla fine, che si voglia provare o che si resti scettici, l’importante è che venga rispettata la regola degli otto bicchieri di acqua al giorno, alcalina o non!

 

Condividi l'articolo
Share on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on TumblrTweet about this on TwitterShare on LinkedIn